Profezia biblica


i tre angeli

I tre angeli

Dopo aver discusso l’identità dei 144.000 in Apocalisse 14:1-5, Giovanni considera il messaggio dei tre angeli che proclamano i giudizi di Dio (Ap. 14:6-11), mandati durante il primo annuncio del Vangelo eterno, predicato a tutti gli abitanti della terra per unire la buona notizia al giudizio imminente



immagine della bestia - sequenza profetica

Svelare i numeri dell’Apocalisse (XXI)

L’immagine della Bestia (parte 2) Per comprendere ancor meglio cosa realmente significa adorare (o non adorare) l’immagine della Bestia, sarà utile effettuare un’ulteriore rivisitazione storica. “Per comprendere le cause del successo della politica di Hitler,…


Immagine della bestia - Apocalisse 13 (Sequenza Profetica)

Svelare i numeri dell’Apocalisse (XX)

L’immagine della Bestia (parte 1) In Apocalisse 13 l’attenzione è rivolta interamente sulla Bestia, che è nota come Anticristo nella prima metà della settantesima settimana di Daniele, e sulla Seconda Bestia, nota come Falso Profeta,…


lion-bear

Svelare i numeri dell’Apocalisse (XIX)

Il piccolo corno (parte 2) Il dottor Grant Osborne ha tratto diverse conclusioni a proposito della “piaga mortale che fu guarita” che la Bestia mostra su una delle sue teste (Apocalisse 13:3). “Una delle sette…



le 4 lune rosse - Sequenza Profetica

Svelare i numeri dell’Apocalisse (XVI)

Le quattro lune rosse, insieme alla singolare eclissi solare causata dall’ombra della Luna, ci presentano, in un certo senso, l’immagine di “5 lune” (circolari). Ogni luna ha una circonferenza di 360°, quindi 5 x 360° = 1800°, frattale del 18 della Nuova Gerusalemme, avente un perimetro lineare di 18.000 miglia, portando l’attenzione su quello che è il proposito finale di Dio, la Città Santa.


Apocalisse (www.sequenzaprofetica.org)

Svelare i numeri dell’Apocalisse (XVII)

Cristo e l’Anticristo Il 1260 è, come abbiamo in passato considerato, la misura designata dall’altezza, larghezza e profondità dell’immagine vista nella pianura di Shinar, nonché il numero dei giorni compresi in entrambe le metà della…


Svelare i numeri dell’Apocalisse (XV)

Quello delle date di crocifissione e resurrezione di Gesù, avvenute nell’anno 33 d.C., unitamente alla questione dei giorni della settimana inerenti, è un problema dibattuto da molti e che crea spesso confusione. Il Messia è stato “rimosso”, o ucciso, nel giorno della Preparazione della Pasqua, cioè prima della Pasqua vera e propria, ossia il 13 Nisan e il Suo corpo venne risuscitato dai morti dopo “tre giorni e tre notti”. Il 14, 15 e 16 Nisan (giovedì, venerdì e sabato) il Suo corpo è giaciuto morto nella tomba, ma dobbiamo considerare questi giorni come il 14/15, 15/16 e 16/17 Nisan, perché erano calcolati da tramonto a tramonto, tenendo presente che Gesù muore al tramonto del 13 Nisan. Quindi, le sere del 14, 15 e 16 vanno considerato come “tre notti”. Perciò è stato dopo il tramonto, o dopo le 6:00 di sera.


Svelare i numeri dell’Apocalisse (XIII)

La NASA ha calcolato che il fenomeno della “luna rossa” si verificherà proprio il giorno della Pasqua ebraica (15 aprile 2014), poi durante il Sukkot (8 ottobre 2014), poi di nuovo a Pasqua (4 aprile 2015) e poi ancora durante il Sukkot (28 settembre 2015). I nostri calcoli indicano che la settantesima settimana avrà inizio con una Pasqua, confermando l’esistenza di un “patto di difesa”, motivo per cui qui si è sottolineato l’interesse profetico del recente viaggio in Israele del presidente Obama, il quale ha ricevuto notifica, il 9 ottobre 2009, di aver vinto il premio Nobel per la pace. Da quella data sono trascorsi esattamente 1260 giorni fino al 22 marzo 2013, quando il Presidente ha ricevuto la più alta onorificenza israeliana, la medaglia presidenziale, per il suo “sostegno allo Stato di Israele e alla sua sicurezza”.


Apocalisse 12 (Sequenza Profetica)

Svelare i numeri dell’Apocalisse (X)

La donna di Apocalisse 12 è quella “progenie” ha inizio nell’ambito del protovangelo in Genesi 3:15 e fu in Abramo come “progenie della promessa” e continua nella Donna durante i 1260 giorni fino alla sua completa salvezza tramite la resurrezione e il rapimento nell’ambito della settantesima settimana di Daniele, fino alla Nuova Gerusalemme. E’ destinata dall’inizio a schiacciare la testa del serpente e ad essere la Sposa dell’Agnello, la Nuova Gerusalemme, e non c’è che una sola ed unica Sposa per Lui. Gesù, la Progenie, sulla croce ha schiacciato la testa del serpente, come il Figlio dell’Uomo che è stato rapito presso il trono di Dio. Ma non ci inganniamo: il “ferimento” (persecuzione di coloro che sono in Cristo) conseguente a questo schiacciamento è continuato fino ad oggi e raggiungerà il suo culmine negli ultimi giorni.


Svelare i numeri dell’Apocalisse (XI)

La comprensione dell’identità della Donna di Apocalisse 12 è fondamentale. Essa è il grande corpo dei credenti di tutte le età che hanno creduto in Lui da Adamo ad Abramo, da Mosè a Gesù, fino ad oggi e fino alla fine della settimana profetica; rappresenta tutti i santi, non solo Israele, non solo Maria, non solo la Chiesa, ma tutto il popolo di Dio da Adamo in poi! Sono loro ad essere odiati dal Serpente, è attraverso di loro che la Progenie schiaccia il capo dell’avversario. La Donna di Apocalisse 12 viene perseguitata, ma anche miracolosamente preservata per “un tempo, dei tempi e la metà di un tempo” dalla presenza del Dragone


rotolo di Giovanni - Sequenza Profetica

Svelare i numeri dell’Apocalisse (IX)

L’Angelo potente conosce bene la promessa che ha fatto ai tempi di Noè e, in un atto finale di misericordia, incarica Giovanni di profetizzare ancora a molti terrestri e chiamarli, attraverso i due Testimoni, al pentimento, poiché essi sono vestiti di sacco (Apocalisse 11:3). Poi mi fu data una canna simile a una verga; e mi fu detto: “Alzati e misura il tempio di Dio e l’altare e conta quelli che vi adorano; ma il cortile esterno del tempio, lascialo da parte, e non lo misurare, perché è stato dato alle nazioni, le quali calpesteranno la città santa per quarantadue mesi. Io concederò ai miei due testimoni di profetizzare, ed essi profetizzeranno vestiti di sacco per milleduecentosessanta giorni.” (Apocalisse 11:1-3)


La nuova Gerusalemme - Sequenza Profetica

Svelare i numeri dell’Apocalisse (III)

La nostra speranza è che queste delucidazioni aiutino ad illuminare l’apparente confusione dell’Apocalisse. Essa può essere interamente compresa seguendo la linea dei presenti studi, che mirano a fornire ampia dimostrazione del fatto che l’interpretazione letterale, insieme a quella dei segni in cui l’Apocalisse è stata scritta, hanno lo scopo di fornire grande arricchimento spirituale soprattutto a coloro che vivono in prossimità della fine dell’era.