Tappa dopo tappa verso ….

Sebbene siano in molti a cercare di nascondere i dati reali sull’economia mondiale, e cosa ancor più grave, siano ancor di più coloro che tacciono sui fatti reali pur non dovendo, tappa dopo tappa la terra sta avvicinandosi al periodo descritto in Apocalisse 6:5,6 in cui si verificherà che per la maggioranza delle persone sarà così difficile tirare avanti, tanto che per procurarsi il minimo indispensabile per il proprio sostentamento servirà il salario di un giorno di lavoro. “Guardai e vidi un cavallo nero; e colui che lo cavalcava aveva una bilancia in mano. E udii come una voce in mezzo alle quattro creature viventi, che diceva: <una misura di frumento per un denaro e tre misure d’orzo per un denaro>”. Un denaro è l’equivalente del salario quotidiano, ovvero la somma necessaria per l’acquisto di beni necessari per quella giornata. Il contesto è quello di una crisi economica globale a cui ci stiamo pian piano avvicinando.

Facciamo un esempio pratico. La situazione dei mercati delle materie prime sta degenerando in modo ormai incontrollabile:

– il GRANO, nella sola giornata del 2 dicembre è aumentato del 7,3%, tenendo presente che dal primo di giugno la sua quotazione è tutti i giorni in aumento. Il fatto più grave è che non si trova materia prima e i raccolti dell’anno prossimo sono previsti in calo del 60% causa inondazioni, piogge, quindi terreni fangosi che si presteranno a semine diverse in seguito, ma non più a grano. La gravità principale, comunque, rimane il fatto che le materie prime, in primo luogo il grano, come indicato sopra, non si trova, e se lo si trova è solo a condizioni fuori dalla norma.

– lo ZUCCHERO è aumentato negli ultimi 20 giorni del 2o% e continua a salire.

– gli OLI VEGETALI hanno raggiunto prezzi mai visti prima d’ora.

Anche materie prime quali la cellulosa il petrolio e le vernici stanno subendo drastici aumenti. A causa di questo c’è stata una moria di aziende nel settore degli imballaggi (cartoni, packages, imballi di plastica, ecc…), con il conseguente aumento generalizzato dei prezzi dei prodotti.

Ultimi ma non ultimi, l’aumento dei costi dei trasporti e dei costi energetici si aggiungono a quanto sopra.

Tutto questo genera un aumento inevitabile dei costi e contribuisce al peggioramento della situazione economica del nostro paese come quella di altri paesi della zona euro.

E di noi, cosa sarà? Saliremo sulle ali del rapimento prima del verificarsi dello scenario peggiore o saremo testimoni della più grande crisi mondiale e sociale che il mondo ha mai conosciuto? Se tu vuoi, la risposta è lì, nella Bibbia. Dio ti dice ancora “Invocami, e io ti risponderò, ti annuncerò cose grandi e impenetrabili che tu non conosci” (Geremia 33:3).