Intanto i militari si esercitano in caso di collasso economico

La maggioranza degli americani crede che il recente intervento del governo sui mercati finanziari a favore dell’economia in generale e delle imprese sempre più soffocate dalla loro insolvenza abbia invertito la tendenza negativa al ribasso. Gli stimoli finanziari, i salvataggi e i “quantitative easing” promossi nei recenti mesi dalla Federal Reserve avrebbero favorito nella popolazione l’idea che questi mezzi abbiamo impedito ulteriori erosioni nel mercato immobiliare e finanziario. Anche se Federal Reserve e analisti hanno rivisto in basso le previsioni di crescita per i prossimi sei mesi, per alcuni esperti gli americani non devono preoccuparsi, perchè per loro il cielo sarà sempre blu.

I mass media gettano di continuo frasi del tipo “la ripresa è vicina”, o, “stiamo uscendo dal tunnel”. Eppure, se davvero il governo americano è riuscito a prevenire un collasso economico di proporzioni micidiali ed è riuscito ad evitare la più grande delle “depressioni”, alcuni cominciano a domandarsi perchè il Pentagono e il suo esercito stiano preparandosi attivamente con piani e strategie di contrasto a dei probabili futuri scenari quali il collasso della società derivante dalla caduta irreversibile dell’economia. Tutti parlano di ripresa e ciononostante, il governo americano si sta preparando per eventi di tipo catastrofico come una grande guerra, il crollo dell’economia, il collasso della società.

Le esercitazioni militari includono scenari del genere:

– le implicazioni derivanti un collasso economico su larga scala

– come fronteggiare la popolazione in rivolta

come mantenere l’ordine sociale

Inoltre, è ormai risaputo che il governo statunitense sta preparando dei bunker e delle prigioni segrete che serviranno per contenere i rivoltosi in caso di sommosse popolari contro il governo. Le esercitazioni militari di preparazione sarebbero addirittura cominciate all’indomani della crisi finanziaria del 2008.

Clicca qui e guarda le foto.