Obama potrà spegnere internet

Verrà il tempo in cui la libera e corretta informazione verrà negata in nome della sicurezza nazionale. Un black-out della rete per un periodo di quattro mesi, anche se originato negli USA, avrebbe gravissime ripercussioni mondiali. Questo potrebbe essere un modo per zittire quelle voci che escono fuori dal coro per gridare “allarme, allarme”, riconducibile ad una tecnica oscurantista, nella sua accezione di “favorire delle limitazioni nella diffusione della conoscenza”, ovverosia il negare la veridicità di una cosa, ritenendo che questa non possa essere diffusa per una serie di motivi quali interesse di parte, timori per l’ordine sociale, motivazioni moralistiche, la negazione o contestazione di un dogma, od altre.

Prepariamoci ora, mentre ne abbiamo la possibilità. Chiediamo a Dio il discernimento ed egli ce ne farà dono in abbondanza. Usiamo finchè possiamo ogni fonte d’informazione (convenzionale e non) per conoscere e discernere i tempi, e poi, attacchiamoci alla parola sicura di Dio, che non potrà mai lasciarci nel buio. Chiediamo a Dio lo stesso spirito che animò Daniele, il quale non si limitava a guardare in superficie, ma voleva sapere. E’ per questo che supplicava Dio con queste parole:

Allora volli conoscere la verità intorno alla quarta bestia che era diversa da tutte le altre, straordinariamente terribile, che aveva denti di ferro e unghie di bronzo, che divorava, sbranava e calpestava il resto con le zampe (Daniele 7:19).